Un’altra ritirata strategica. Biella ora annuncia: «Segre cittadina onoraria»

Dopo una settimana di polemiche, il sindaco Claudio Corradino ha annunciato che conferirà la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita

Solo una settimana fa il sindaco di Biella Claudio Corradino, eletto in quota Lega, saliva ai clamori della cronaca per aver offerto la cittadinanza onoraria al conduttore e comico Ezio Greggio (che l’ha rifiutata, ndr), dopo averla negata alla senatrice a vita Liliana Segre. 

Oggi, 26 novembre, il sindaco di Biella ha deciso di invertire la rotta e, nel tentativo di mettere una pezza alla sgarbata figura fatta nei giorni scorsi, ha annunciato che reputa «giusto concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre», scusandosi ancora «per i fatti e gli equivoci».

La decisione di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Segre è legata al voto del Consiglio comunale, che ha votato una nuova mozione, priva di riferimenti politici, sottoscritta e votata da tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione.

Le scuse del sindaco di Biella

Nei giorni scorsi, Claudio Corradino si era scusato con la senatrice a vita e testimone della Shoah. «Una grandissima sciocchezza che è diventata una cosa nazionale – spiegava il sindaco biellese ai microfoni di Stasera Italia, lo scorso 20 novembre.

«La signora Segre – continuava Corradino – non ha bisogno che arrivi il sindaco di Biella a darle la cittadinanza, è un “patrimonio dell’umanità” e le chiedo ancora scusa. L’ho invitata anche a Biella per la Giornata della Memoria e non c’è nulla contro di lei». 

Leggi anche: