Ucrainagate, Trump sapeva della talpa quando ha dato l’ok agli aiuti per Kiev

L’indiscrezione del New York Times rivela che il presidente Usa sapeva dell’esistenza della denuncia un mese prima del via libera agli aiuti per l’Ucraina

Donald Trump sapeva della talpa della telefonata con il leader ucraino, Volodymyr Zelensky, quando ha scongelato e dato il via libera agli aiuti a Kiev a settembre. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti, secondo le quali Trump era stato informato ad agosto. La talpa della telefonata è alla base dell’indagine per un possibile impeachment del presidente.

Trump era sotto la pressione del Congresso quando ha scongelato gli aiuti all’Ucraina a settembre. Ma le indiscrezioni del New York Times mostrano che il presidente era consapevole della denuncia della talpa e delle sue accuse quando ha scongelato gli aiuti. La denuncia della talpa – riporta il New York Times – ha acceso uno scontro all’interno della Casa Bianca con l’ispettore generale dell’intelligence, Michael Atkinson, convinto che i documenti dovessero essere consegnati al Congresso. Ma Atkinson si è scontrato con la contrarietà del legale della Casa Bianca e del suo vice, rispettivamente Pat Cipollone e John Eisenberg.

Leggi anche: