Mes, Conte cede: lunedì sarà in Aula per riferire sul fondo Salva-Stati

All’inizio il suo intervento era previsto per il 10 dicembre

Il premier Giuseppe Conte ha anticipato la data del suo intervento in Aula in merito al Mes, il Meccanismo europeo di stabilità, detto anche Salva-Stati. Inizialmente la data prevista era il 10 dicembre, ma a causa delle pressioni da parte delle opposizioni ha anticipato il suo discorso al 2, ore 13. A stabilirlo è stata la Conferenza dei capigruppo di Montecitorio.

A sollecitare per primi Conte erano stati i parlamentari di Fratelli d’Italia, seguiti poi da Matteo Salvini. Proprio oggi il leader della Lega aveva chiesto se «il Colle non avesse niente da dire in merito», dopo aver puntato il dito per giorni contro il premier accusandolo di «tradimento» nei confronti degli italiani ( «roba da Unione Sovietica»).

L’ultima a esprimersi è stata Maria Stella Gelmini, capogruppo Fdi alla Camera. «Forza Italia – ha detto- chiede all’esecutivo di fermarsi, di coinvolgere subito il Parlamento, partendo da un’informativa del presidente del Consiglio sul tema, e di riaprire il negoziato con l’Unione europea». «Non si scherza con i risparmi degli italiani», ha continuato Gelmini.

Leggi anche: