È il giorno del quarto sciopero globale per il clima: la mappa degli appuntamenti in Italia

«Il modello incarnato da Amazon e dal Black Friday è una delle manifestazioni più evidenti del consumismo sfrenato che sta distruggendo il pianeta, sfruttando oltre ogni limite i lavoratori e le risorse naturali», dicono i ragazzi di Fridays for Futures Milano

Il venerdì del Black Friday questa volta coincide con il “venerdì green” organizzato in occasione del quarto Global Strike for Future. In questa contrapposizione di colori, due eventi caratterizzeranno il 29 novembre 2019. Uno porterà milioni di ragazzi in tutto il mondo a manifestare per fermare il cambiamento climatico. L’altro, porterà milioni di consumatori a digitare il codice della propria carta di credito per acquistare un prodotto in sconto per poche ore.

Tralasciando i colori, c’è una contrapposizione di vedute tra le anime degli appuntamenti di oggi. I ragazzi di Fridays for Futures Milano hanno apertamente dichiarato: «Il modello incarnato da Amazon e dal Black Friday è una delle manifestazioni più evidenti del consumismo sfrenato che sta distruggendo il pianeta, sfruttando oltre ogni limite i lavoratori e le risorse naturali».

Insomma, il delivery dei prodotti acquistati online, le merci che viaggiano ad alta velocità per coprire la tratta fabbrica – consumatore finale, la produzione di massa che, soprattutto in alcuni Paesi, non segue gli standard ecologici, «concorrono a danneggiare l’ambiente». Per questo oggi sono in tanti coloro che scendono sia in piazza che nei centri commerciali, come a incarnare due sensibilità diverse sullo stesso tema.

Se la rete di rivenditori online e di negozi ha provveduto a comunicare in anticipo orari e sconti sui propri prodotti, anche il movimento – che ha preso il via sull’esempio di Greta Thunberg – ha pubblicato la mappa delle manifestazioni in tutta Italia.

I ragazzi di Fridays for Future Milano raccontano a Open che sono 114 i gruppi delle varie città italiane che hanno contattato la rete centrale di Fridays for Future per ufficializzare la manifestazione. La sensazione è che saranno molte di più le marce lungo la Penisola a difesa dell’ambiente.

Sullo stesso tema: