Prescrizione, verso la tregua Pd-M5s. Telefonata Bonafede-Orlando: il ministro apre a nuova proposta dem

Il ministro della Giustizia apre al dialogo con l’alleato di governo, dopo aver già chiarito che non ha nessuna intenzione di «aprire una crisi» sul tema della Giustizia

Nel governo si riapre uno spiraglio per la tregua tra M5s e Pd sulla riforma della Giustizia, in particolare sul nodo della prescrizione. Il ministro Alfonso Bonafede ha avuto un colloquio telefonico con il vicesegretario Pd Andrea Orlando, che ha annunciato una proposta dei dem sulla prescrizione, anticipata anche al premier Giuseppe Conte.

È stato lo stesso ex ministro Orlando a chiarire come i dem stiano «cercando di contribuire a superare questo corto circuito sulla legge Bon-Bon, Bonafede-Bongiorno – ha detto Orlando – e possiamo farlo se togliamo di mezzo alcune stupidaggini, come quelle di Salvini che dimentica che il problema lo ha creato il suo governo. L’altra stupidaggine è evocare casi di prescrizioni che non sarebbero stati risolti con la legge che entrerà in vigore a gennaio, come Eternit in cui la prescrizione è arrivata prima del processo, o come i reati contro la pubblica amministrazione che hanno limiti edittali tali da essere inprescrivibili».

Orlando ha quindi riferito che nel colloquio telefonico con Bonafede ha annunciato «una proposta del Pd che conterrà anche l’esigenza di gestire la fase transitoria». Sui contenuti il vicesegretario Dem non ha voluto anticipare nulla, dicendo che «sarà resa nota quando sarà sottoposta al ministro Bonafede e al presidente Conte. È un lavoro complicato – ha proseguito – che può essere reso più semplice c’è da parte di tutti una moratoria delle dichiarazioni con cui ci si parla da lontano. È una difficile quadratura del cerchio determinata però dal precedente governo, in cui sedeva Salvini. Questo cortocircuito è negativo – ha concluso – perché nel ddl Bonafede ci sono cose, sul processo penale o sulla riforma del Csm, che condividiamo, per cui sarebbe un peccato non superare questo incaglio».

Leggi anche: