Sondaggi, Lega sempre prima, calano Pd e M5s. E la maggioranza degli italiani vuole tornare alle urne

Per quanto riguarda invece il Mes, la maggioranza degli italiani non ha capito cos’è

La Lega si conferma primo partito al 32,5%. Calano i due partiti di maggioranza: il Pd si ferma al 19,5%, il M5s si piazza al 16,3%. Entrambi perdono 0,2 percentuali. Cresce Fratelli d’Italia che supera la doppia cifra: 10,1%.

Italia viva stabile al 5,3%. Mentre cresce di 0,8 punti il nuovo partito di Calenda: è dato al 1,8%. C’è, poi, un altro dato interessante che emerge dai sondaggi: la maggioranza degli italiani vorrebbe tornare alle urne. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio Emg Acqua, realizzato per Agorà.

Alla domanda: «aumentano le tensioni nella maggioranza. Secondo lei sarebbe meglio tornare a votare?», il 53% degli intervistati risponde sì.

I sondaggi sul Mes

La polemica sul Mes ha caratterizzato il dibattito politico negli ultimi giorni. Con un asse Lega-M5s che spingeva per la revisione e quello Pd-Italia, spalleggiato da Conte, che invece era per la firma del Meccanismo europeo di stabilità .

La questione è stata rimandata a gennaio 2020, quando i Paesi Ue dovranno approvare il Fondo salva-stati. Ma nonostante sui giornali non si parlasse di altro, il 57% degli italiani sembra non aver capito a cosa serva il Mes o non si è informato.

Alla domanda «Lei ha capito a cosa serve il Mes» ha risposto no il 31% degli intervistati, mentre il 26% ha detto «non so cosa sia, non sono informato»: sommati sfiorano appunto il 60%. Mentre il 41% invece ha risposto in modo affermativo.

Per quanto riguarda le polemiche sul fondo Salva-stati, l’opinione è divisa tra chi crede che si basano su concrete criticità (32%) e chi invece pensa siano solo propaganda politica (29%).

Tra le domande rivolte agli intervistati c’è anche il tema del finanziamento ai partiti dopo l’inchiesta sulla Fondazione Open. Il 57% degli intervistati pensa però che non è necessario tornare al finanziamento pubblico ai partiti.

Leggi anche: