Tiziano Ferro: «Sogno di avere un figlio. È la cosa a cui penso di più»

Il cantante è poi tornato sulla battaglia contro il bullismo, per la quale si sta impegnando da tempo

«Io non ho un figlio per quanto io lo sogni, forse in questo momento è la cosa a cui penso di più nella vita. Però tutti quanti, quelli che hanno dei figli, mi raccontano che non puoi neanche avvicinarti a capire cosa possa essere». Tiziano Ferro racconta la sua voglia di paternità in una lunga intervista a Sky Tg24.

«Quindi io mi apro a questo dono e a questo ennesimo miracolo che sarà scritto da chi di dovere. Io potrò soltanto essere accogliente, desiderare e anche pregare senza negoziare. Direi: se vuoi sto qua», ha detto.

Il cantante ha raccolto i pensieri ed è poi tornato sull’argomento che lo ha visto protagonista prima in un monologo durante la trasmissione tv Che Tempo Che Fa e che lo ha in secondo luogo coinvolto nelle storie Instagram di Fedez: il bullismo.

«Recentemente ho parlato della pesantezza di alcune parole, rimarcando il fatto che le parole hanno peso. – ha raccontato – Ho tantissimi amici con i quali ho iniziato con il piede sbagliato e probabilmente da piccoli erano anche dei bulli con me, ma quando si sono fermati mi hanno detto: “tu sei una bella persona, mi piaci” e mi hanno chiesto scusa».

E ha aggiunto: «Ma non scusa buttando per aria una parola della quale ormai abusiamo, ma dicendo “sarò migliore” allora anche quello ha un peso».

Ferro si è poi speso chiedendo vengano istituite regole per il fenomeno del bullismo e che si pensi a educare chi sbaglia in questo senso. «Bisogna sbagliare, ma anche tornare indietro, fermarsi e prendere le proprie responsabilità. Anche questo è un atto di grande generosità ed empatia. Altrimenti è meglio stare zitti».

Leggi anche: