Omicidio Caruana, Schembri fermato per un nuovo interrogatorio

Il nuovo fermo è stato richiesto per interrogarlo sulla vicenda del lavoro statale che fece avere all’intermediario di morte, Melvin Theuma, che ha ottenuto una condono tombale in cambio delle sue rivelazioni

Keith Schembri, l’ex braccio destro e capo di gabinetto del governo di Joseph Muscat coinvolto nelle indagini sull’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia nel 2017, è stato nuovamente fermato dalla polizia.

Lo rendono noto i media maltesi secondo quanto riporta l’Ansa, specificando che il nuovo fermo di Schembri è stato richiesto per interrogarlo sulla vicenda del lavoro statale che fece avere all’intermediario di morte, Melvin Theuma, che ha ottenuto una condono tombale in cambio delle sue rivelazioni. La grazie però decadrebbe immediatamente se Theuma desse false informazioni.

Nel frattempo continua lo scarica-barile e lo scambio di accuse reciproche in tribunale. Secondo Yorgen Fenech, il re dei casinò accusato di essere il mandante dell’uccisione di Daphne Caruana Galizia, è proprio l’ex braccio destro del premier maltese, Keith Schembri, la vera mente dell’attentato.

Secondo il tassista Melvin Theuma, l’intermediario tra gli esecutori e il mandante dell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, apparso nei giorni scorsi in Tribunale per testimoniare sul caso della morte della reporter maltese, il mandante dell’omicidio sarebbe invece proprio Yorgen Fenech: «Per quanto mi riguarda e so il ‘mandante’ è Yorgen Fenech, perché è lui che mi ha pagato», ha detto il tassista all’investigatore capo.

In copertina i figli e il marito di Daphne Caruana Galicia incontrano una delegazione Ue a La Valletta, Malta, 3 December 2019. ANSA/Dimitris Tosidis