Florida, sparatoria in una base della marina: Fbi indaga per terrorismo

L’Fbi sta indagando sulla sparatoria in cui sono state uccise tre persone nella base navale di Pensacola, in Florida. L’ipotesi é che si tratti di un atto di terrorismo. Lo ha detto in conferenza stampa l’agente speciale dell’Fbi Rachel Rojas, aggiungendo che il killer, Mohammed Alshamrani, 21 anni, un sottotenente della Royal Saudi Air Force, sembra aver agito da solo e che non sono stati fatti altri arresti.

«Stiamo indagando molto a fondo per scoprire il motivo del suo gesto», spiega.

L’assalitore, morto nella sparatoria, era un ufficiale dell’aeronautica saudita e si trovava in Florida per un periodo di addestramento nella base navale che dal 1985 accoglie militari stranieri. Il Navy International Training Center ha infatti diverse partnership con le forze armate di altri paesi, tra cui le forze aeree reali saudite.

Armato con una pistola semiautomatica, il tiratore ha aperto il fuoco in una delle aule del centro di addestramento. Secondo gli investigatori, non aveva un obiettivo preciso ed è stato rallentato quando qualcuno ha barricato una porta, permettendo ad altri di fuggire dall’edificio.

In copertina nell’infografica realizzata da Centimetri la localizzazione della base aeronavale di Pensacola in Florida dove un militare saudita ha ucciso tre persone e ferito altre otto prima di essere ucciso dalla polizia. ANSA/CENTIMETRI

Leggi anche: