Terremoto Mugello, riprende la circolazione ferroviaria: ecco i rimborsi previsti da Trenitalia

Il blocco della circolazione dei treni sul nodo di Firenze ha causato ritardi e disagi per migliaia di passeggeri che dovevano mettersi in viaggio

È ripreso il traffico ferroviario dopo le verifiche dei tecnici di Rfi dopo le scosse che hanno interessato il Mugello all’alba di oggi. Si sono registrati ritardi fino a 120 minuti.


Trenitalia ha fatto sapere che i controlli all’infrastruttura ferroviaria non hanno riscontrato criticità e la circolazione è ripresa su tutte le linee interessate dal terremoto. L’azienda inoltre ha reso noto che i rimborsi sono previsti come da normativa:

Per quanto riguarda i treni a media e lunga percorrenza: è previsto il rimborso del 50% del prezzo del biglietto, in bonus o denaro, per ritardi pari e oltre le due ore;

il 25% del prezzo del biglietto, in bonus o denaro, per ritardi fra 60 e 119 minuti. Inoltre, per le Frecce di Trenitalia il rimborso del 25% del prezzo del biglietto, in bonus, per ritardi fra 30 e 59 minuti.

I viaggiatori dei treni a media e lunga percorrenza di Trenitalia che hanno rinunciato al viaggio hanno diritto al rimborso integrale del biglietto (da richiedere prima della partenza) o alla riprogrammazione del proprio viaggio.

Diversi infatti treni regionali cancellati sul nodo di Firenze verso le altre province toscani. Qui la situazione in tempo reale con gli aggiornamenti di Trenitalia.

Leggi anche: