Terremoto, la terra trema nel Mugello: picco di 4.5. Scuole chiuse, evacuati alcuni edifici a Barberino

Una serie di scosse ha colpito la provincia di Firenze e Arezzo dalle 4.30 di questa mattina. Alcuni edifici nella zona rossa di Barberino sono stati avacuati

Una serie di scosse di terremoto sono state registrate a Scarperia e San Piero, in provincia di Firenze, nel Mugello, la più forte di magnitudo 4.5. Ne dà notizia l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. In precedenza si erano registrate altre scosse di intensità minore. L’ipocentro è stato localizzato a una profondità di 9 km. Fortunatamente, al momento non risultano feriti.


Da Twitter / @lorenzo_palli – Scarperia e San Pietro

Sono numerose le persone che stanotte sono uscite di casa nel Mugello in seguito alla serie di scosse di terremoto, l’ultima delle quali di magnitudo 4.5. Tanti quelli che si sono sistemati in auto, vista la pioggia battente. Danni e lesioni evidenti sugli edifici. Chiusa la chiesa di San Silvestro a Barberino, crepe sul campanile di Cavallina e anche il municipio risulta inagibile. Settanta, per adesso gli sfollati nel paese.

Una delle cittadine più colpite è appunto Barberino: si è provveduto a delimitare una zona rossa nella quale non è possibile acceder e a seguito dei sopralluoghi, il Comune ha disposto l’evacuazione di alcuni edifici, tra negozi e abitazioni. Resta inagibile, al momento, anche il Palazzo comunale, che rimane chiuso in via precauzionale.

Il Comune sta affrontando il difficile trasferimento di dieci malati allettati presso altri presidi ospedalieri e ha fatto allestire una sistemazione temporanea per gli sfollati: 70 posti letto in una palestra del paese.

I ritardi per i treni che viaggiano sulla linea dell’alta velocità sono arrivati fino a due ore. Quattro ore, invece, per i treni regionali, la cui circolazione è ripresa gradualmente a partire dalle 10:00 del 9 dicembre. Ora la circolazione è ripresa regolarmente.

Secondo l’Ingv, la stima provvisoria delle scosse alle 6:29 è definita tra magnitudo 2.9 e 3.4 nella provincia di Firenze.

https://twitter.com/FraLePagine/status/1203898662000181249

Tante le chiamate ai pompieri. La scossa di magnitudo 4.5 è stata nettamente avvertita anche a Firenze città e a Pistoia.

In una nota la Protezione civile della Città metropolitana di Firenze spiega che «sta monitorando la situazione. Nel frattempo l’Unione dei Comuni del Mugello ha aperto la Sala intercomunale di protezione civile a Borgo. Vi sarebbero danni ad edifici a Scarperia San Piero e a Barberino», Comune epicentro di altre scosse verificatesi dopo le 5.

«Molto spavento, la gente è scesa in strada, la scossa di magnitudo 4.5 ha fatto davvero paura – ha detto all’Ansa il sindaco di Scarperia San Piero, in provincia di Firenze, Federico Ignesti -. Per ora le informazioni ricevute dai primi sopralluoghi fatte dai carabinieri sembrano non rilevare nessun danno, anche a me non sono arrivate segnalazioni in merito. Aspettiamo anche la luce del giorno per un riscontro più puntuale. Intanto – conclude – è stato attivato il Centro operativo intercomunale di Protezione Civile».

Scuole chiuse

I comuni di Borgo San Lorenzo, Barberino di Mugello, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Firenzuola, Vaglia, Vicchio e Vernio hanno deciso che oggi resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido. Intanto Filippo Carlà Campa, sindaco di Vicchio, altro Comune del Mugello, in un post su Facebook rende noto che è stato aperto il centro operativo comunale presso il nuovo campo sportivo, invitando la popolazione a scrivere o telefonare al 3296503000 per qualsiasi comunicazione.

Abbiamo aperto il COC centro operativo comunale situato presso il nuovo campo sportivo . Per qualsiasi comunicazione chiamate o scrivete al 329 6503000.

Gepostet von Comune di Vicchio am Sonntag, 8. Dezember 2019

Leggi anche: