È morto Davide Vannoni, l’inventore del metodo Stamina

Vannoni sosteneva che l’utilizzo di cellule staminali potesse portare benefici nel trattamento di patologie neurodegenerative. Un metodo, il suo, che non ha mai avuto alcun riconoscimento dalla comunità scientifica

È morto a Torino Davide Vannoni, l’inventore del discusso metodo Stamina e presidente della Stamina Foundation.

Vannoni sosteneva che l’utilizzo di cellule staminali potesse portare benefici nel trattamento di patologie neurodegenerative. Il suo metodo, basato su cellule staminali, non ha mai avuto alcuna validità scientifica.

L’uomo però divento celebre dopo i servizi di alcune trasmissioni televisive. In particolare Le Iene, dedicarono ampio spazio al metodo Stamina portando la discussione anche in Parlamento.

Il caso Stramina fu bocciato da una commissione del ministero della Salute e Vannoni patteggiò 22 mesi per associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Vannoni, malato da tempo, è morto in ospedale all’età di 53 anni.

Leggi anche: