Adl lo chiama ‘Ringhio Star’, Gattuso: «Spero di fare il 10% della carriera di Ancelotti»

Ringhio non si pone limiti e vuole centrare il quarto posto con il suo Napoli. Parole al miele per il suo maestro

Aurelio De Laurentiis, che saluta Ancelotti negando di aver avuto contrasti con l’ex allenatore, già lo chiama Ringhio Star. E Ringhio Gattuso accetta la sfida nella sua prima conferenza da allenatore del Napoli: ‘So dove sono venuto, amo il mare e vengo da lì. Ora mi sono messo in un mare grande e devo stare attento altrimenti annego’.

Obiettivo Champions

Gattuso, che ha 6 mesi di contratto con opzione per altre due stagioni, non vuole paragoni blasfemi con San Gennaro, ma quando gli chiedono di miracolo sportivo non si tira indietro: ‘L’obiettivo è qualificarsi in Champions League. L’anno scorso l’ho persa per un punto (al Milan). Questa squadra può arrivarci’. 

Papà Ancelotti

Gattuso, che partirà col 4-3-3 e potrebbe essere una calamita per portare a Napoli Ibrahimovic, ha parole al miele per Ancelotti: ‘Lui è stato un papà, con lui ho fatto più di 400 partite, siamo riusciti a vincere tanto e nei momenti di difficoltà l’ho sempre chiamato e oggi per l’ennesima volta ho avuto la conferma dell’uomo che è. Lui ha vinto tutto nel mondo da allenatore, io spero di fare il 10% di quello che ha fatto lui nella sua carriera’.

Foto di copertina Ansa 

Leggi anche: