Sardine, a Roma con una maxi-coreografia. La scelta della piazza storica della sinistra? Perché è stata involontaria

Sono 300 i volontari coinvolti per garantire la sicurezza dei 100mila manifestanti che si riuniranno a Roma

Immaginate un telo di 40 metri che sventola sotto la basilica papale. Una sardina gigante disegnata su di esso e centomila persone che cantano Bella ciao: la coreografia che 50 sardine stanno preparando in un capannone di via Salaria, Roma, preannuncia un evento destinato a restare nella memoria di molti. Le telecamere di broadcast internazionali come Bbc e Al Jazeera hanno già presentato la richiesta di accredito.


I dettagli della scenografia sono stati pubblicati dal Corriere. «Volete sapere la verità? – dice una sardina al quotidiano -. Noi, all’inizio, avevamo chiesto di poterci incontrare in piazza del Popolo, ma il 14 dicembre là ci sarà la Comunità di Sant’Egidio e la Questura stessa allora ci ha consigliato San Giovanni». Ma i simboli che rievoca la piazza del Concertone del primo maggio non sono da “seconda scelta”. Questa è sempre stata la casa della sinistra. Poi, lo scorso 19 ottobre, il centrodestra l’ha strappata riunendo sullo stesso palco a San Giovanni Salvini, Meloni e Berlusconi.

«La fortuna – racconta la sardina al Corriere – è stata quella di non aver dovuto versare al Comune la tassa di occupazione di suolo pubblico. Perché noi siamo solo un’aggregazione popolare, dietro non abbiamo partiti, sindacati, centri sociali. Nessuno». Ad ogni modo dei costi ci sono, ma le sardine sono riuscite, grazie a un crowdfunding di soli sette giorni, a raccogliere 11mila euro per coprire le spese previste, stimate intorno ai 15mila euro.

«Ci servono le casse e l’impianto audio, il tir che farà da palco, due ambulanze e la stampa di 5mila sardine di cartone da distribuire». Il servizio d’ordine sarà basato su 300 volontari a fare da steward, coadiuvati dalle forze dell’ordine. Sembra che le sardine abbiano pensato a tutto: oltre alla scenografia e alla sicurezza, 124 sardine volontarie prima del flash mob (alle 15) e dopo (alle 17) si occuperanno della pulizia di piazza San Giovanni.

Sullo stesso tema: