Metro a Milano, «entro ottobre 2020 la soluzione per le frenate» – Il video

Il problema principale è il software, le frenate infatti sono causate dai cosiddetti “falsi allarmi”

Un problema al software. Sarebbe questo il motivo delle brusche frenate della metro a Milano che hanno provocato diversi feriti. Un problema non semplice da risolvere, per farlo ci vorranno diversi mesi. L’azienda di trasporti Atm, dopo un vertice in Procura, ha promesso di trovare una soluzione entro ottobre 2020.

L’azienda, come prima misura, dovrebbe sostituire i freni per permettere “frenate più morbide”. Ma è il software il problema principale in quando le franate brusche, come quella che si vede nel video, sono causate da cosiddetti “falsi allarmi”.

In attesa di trovare una soluzione, l’azienda installerà dei cartelloni per informare i cittadini del pericolo, mentre dagli altoparlanti i viaggiatori ascoltano già una voce che li invita a tenersi durante la marcia.

L’incontro tra il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, il vicesindaco Anna Scavuzzo, rappresentanti dell’Atm, e il comandante della Polizia locale Marco Ciacci si è tenuto dopo che la Procura ha aperto un’inchiesta in seguito alla frenata del 6 dicembre in cui otto persone sono rimaste ferite.

Leggi anche: