Dopo l’ultimo ko ieri con la Roma la Fiorentina licenzia Montella. Chi al suo posto?

Ora il patron Commisso dovrà scegliere il successore. Il suo allenatore ideale era Gattuso, calabrese come lui

Con un secco comunicato la Fiorentina ha annunciato l’esonero dell’allenatore Vincenzo Montella. Non si può dire che si tratti di una sorpresa vista la catena di sconfitte in campionato, interrotta soltanto da quel pareggio all’ultimo minuto nella penultima gara con l’Inter al Franchi: ma ieri sera, sempre nello stadio di casa, la Fiorentina ha subito una vera e propria umiliazione dalla Roma perdendo 4 a 1, e la tifoseria viola ha fatto capire in modo eloquente che anche dal suo punto di vista l’avventura dell’ex aeroplanino a Firenze era finita.


Ora il patron Commisso dovrà scegliere il successore di Montella. Il suo allenatore ideale era Gattuso, calabrese come lui. Ma come si sa è arrivato prima De Laurentiis con la ben più appetitosa panchina del Napoli. La scelta quindi ora è più difficile. L’unico vantaggio è la finestra temporale che si apre: Infatti la pausa natalizia consentirà al successore di Montella di motivare la squadra in vista della ripresa il 6 gennaio a Bologna.

Già, ma chi sarà il successore? Realisticamente la dirigenza viola cerca un uomo in grado di compattare il gruppo e risollevare la classifica evitare la lotta per la retrocessione a cui una squadra del rango della Fiorentina non è concettualmente abituata (anche se l’anno scorso la squadra nel finale di campionato si è trovata in brutte acque). Per questo il presidente si sta orientando verso figure solide per questo tipo di missione: Iachini o in subordine Di Biagio.

In copertina Vincenzo Montella. ANSA/Claudio Giovannini

Leggi anche: