Roma, indagato per omicidio stradale un 20enne per l’incidente che ha ucciso le due ragazze di 16 anni in corso Francia

L’incidente è avvenuto su una strada a traffico veloce, nel cuore della movida romana

È da poco passata la mezzanotte del 22 dicembre quando un’auto travolge due giovani ragazze. Gaia e Camilla, entrambe di 16 anni, sono morte nell’impatto. L’incidente è avvenuto a Roma su corso Francia, all’altezza di via Flaminia: il conducente della Renault Koleos è un ragazzo di 20 anni.

Resosi conto dell’accaduto, il ragazzo si è fermato per prestare soccorso alle vittime. Non c’è stato, però, nulla da fare: anche l’équipe del 118, arrivata dopo qualche minuto, ha dovuto rinunciare a ogni tipo di intervento medico. Le indagini per omicidio stradale, coordinate dall’aggiunto Nunzia D’Elia, sono state affidate agli agenti del Gruppo Parioli della polizia locale di Roma Capitale.

Il conducente, sotto shock, è stato portato in ospedale per verificare se abbia assunto alcol o sostanze stupefacenti prima di mettersi alla guida. Tra le cause dell’incidente, è probabile che abbia inciso il nubifragio che si stava abbattendo nella zona, rendendo scivoloso l’asfalto e creando problemi di visibilità.

Secondo i primi rilievi, il veicolo, fermo a un incrocio, sarebbe ripartito regolarmente quando la luce del semaforo è diventata verde. Riprendendo la corsa, proprio per la pioggia battente, il conducente non avrebbe notato le due ragazze che stavano cercando di raggiungere la parte opposta di corso Francia. Poco lontano le aspettavano un gruppo di amici con i quali dovevano andare a ponte Milvio.

Leggi anche: