PopBari, l’ex direttore generale Jacobini girò fondi prima del commissariamento

Gianluca Jacobini avrebbe trasferito una somma pari a 180mila euro dal suo conto della BpB a uno co-intestato con la moglie presso Banca Sella

Arrivano nuove rivelazioni sulla famiglia Jacobini, ai vertici della Banca Popolare di Bari. Il 12 dicembre, alla vigilia del commissariamento della Banca, Gianluca Jacobini, ex condirettore generale dell’istituto di credito barese e figlio dell’ex presidente Marco Jacobini, ha trasferito mediante assegni circolari una somma complessiva pari a 180mila euro dal suo conto della BpB ad uno co-intestato a sé e alla moglie presso Banca Sella.


La segnalazione è tra quelle arrivate alla Procura dai commissari della Banca nell’ambito dell’indagine per presunti illeciti nella gestione della Popolare.

Il trasferimento di somme disposto da Gianluca Jacobini è stato quasi contemporaneo a quello, dello stesso importo, disposto tramite bonifico dal padre, Marco Jacobini.

L’ex presidente Marco Jacobini, poche ore prima del commissariamento dell’istituto di credito, tra giovedì 12 e venerdì 13 dicembre, prese cinque milioni e 556mila euro dal suo libretto di deposito per dirottarli a sei diversi destinatari: quattro persone fisiche e due società, attraverso Banca Sella.

Lo spostamento di denaro è diventato poi una segnalazione di operazione sospetta per riciclaggio, su cui ora stanno lavorando la Banca d’Italia, la Guardia di finanza, e la Procura di Bari.

Su queste operazioni si stanno concentrando in queste ore le attività dell’aggiunto Roberto Rossi, i pm Federico Perrone Capano e Lanfranco Marazia che stanno valutando eventuali ipotesi di reato legate a queste condotte.

Leggi anche: