La sparata del consigliere di Trieste sulle coppie gay e i «campi di concentramento per omofobi»

Il consigliere comunale era già finito nella bufera per una “gaffe” contro Liliana Segre

«Due uomini innamorati che si sfondano il c**o e litigano solo in mancanza di vasellina». Lo scrive sul suo profilo Fabio Tuiach, consigliere comunale di Trieste.

Il pugile e lavoratore portuale ha commentato così, con un post dai toni omofobi, un articolo di giornale inerente un episodio di violenza domestica tra le mura di casa di una coppia gay. «Che mondo di m***a – si legge ancora nel post – se non credi che questo sia vero amore oltre al blocco su Facebook presto sarai rinchiuso in un campo di concentramento per omofobi».

L’uomo si era già “distinto” per episodi controversi. Qualche tempo fa ha detto di essersi sentito «offeso» da«profondamente cattolico» perché Liliana Segre «ha detto che Gesù era ebreo». Tuiach, in seguito alla gaffe, aveva deciso, a inizio dicembre, di scappare nella legione straniera. 

«La scelta è dettata da motivi personali e familiari. Ma potrei non tornare mai più», aveva detto a Il Piccolo di Trieste nel corso di un’intervista.

Leggi anche: