Sea Watch, recuperate 17 persone: «Come tanti fuggono dalla guerra. Non smettiamo di cercare e salvare»

«Continueremo le ricerche anche durante la notte. Oggi sette casi nel Mediterraneo e una sola nave. Le autorità Ue contattate ci hanno ignorato» scrive l’ong su Twitter

La nave Sea Watch 3, dopo aver messo in sicurezza una sessantina di migranti stipati su un gommone che iniziava a sgonfiarsi, ha «salvato questa sera altre 17 persone dall’angoscia in mare» tra cui «8 bambini».

«Come tanti oggi hanno cercato di sfuggire alla guerra e alle torture in Libia. Dato che l’Ue chiude un occhio su coloro che devono rischiare la vita scappando attraverso il Mediterraneo, non smetteremo di cercare e salvare», scrive l’ong su Twitter.

E ancora: «Continueremo le ricerche anche durante la notte. Oggi sette casi nel Mediterraneo e una sola nave. Le autorità Ue contattate ci hanno ignorato».

https://twitter.com/SeaWatchItaly/status/1215385403626328077

Proprio oggi Alarm Phone, la linea telefonica diretta per i migranti in difficoltà nel Mediterraneo, aveva parlato di una barca in pericolo in acque maltesi. A bordo c’erano «molti bambini» per un totale di 41 persone in fuga dalla Libia.

Foto in copertina da Sea Watch | Twitter

Leggi anche: