AstroLuca al premier Conte: «Quanto è fragile il mondo in cui viviamo. Cerchiamo di fare tutti un po’ meglio»

«Il mio vuole essere un messaggio di speranza per i giovani e soprattutto una spinta, per tutti, a fare meglio»

«Benvenuto a bordo della Stazione Spaziale internazionale!»: così l’astronauta Luca Parmitano, il primo italiano al comando dell’Iss, ha salutato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel collegamento organizzato oggi tra la Stazione Spaziale e Palazzo Chigi.

«Lo spazio e la ricerca scientifica sono settori strategici per l’Italia, sui quali il governo intende continuare a puntare», ha detto il premier. «Ci stiamo impegnando molto. Lo spazio è un settore strategico perché partecipare dal punto di vista della tecnologia ci consente di sviluppare una crescente consapevolezza sul nostro pianeta».

Quanto di italiano c’è in questo progetto? «Come italiano sono orgoglioso della presenza del nostro Paese a bordo. La struttura ingegneristica del modulo Columbus è stata costruita in Italia così come la cupola da cui vengono scattate le foto. Il mese scorso, ad esempio, in collaborazione con la Russia, abbiamo installato un sistema per fotografare oltre 100mila foto al secondo per vedere uno spettro mai visto prima» ha spiegato AstroLuca.

«Spero di poter dare un messaggio di speranza, ovvero quella di avere la possibilità di raggiungere degli obiettivi, di andare avanti – ha aggiunto – Voglio dare speranza ai giovani, a chi studia all’università. Guardate avanti, ponetevi sempre dei progetti e degli obiettivi da raggiungere».

«Noi intanto ci stiamo impegnando. Quanta scienza fatta a bordo! Siamo un esempio di lavoro di squadra. Al mio ritorno, però, vorrei dimostrare quanto l’impatto del volo spaziale umano sia presente nella vita di chi è a terra. Lo spazio ci permette di vedere non solo cosa c’è più in là ma anche quanto fragile sia il mondo in cui viviamo adesso. Una spinta per fare tutti un po’ meglio» ha concluso Luca Parmitano.

Se tutto procederà regolarmente, per il 25 gennaio è prevista la quarta uscita di AstroLuca e Andrew Morgan per completare l’installazione dell’impianto di raffreddamento di Ams, alla quale i due astronauti hanno dedicato tre passeggiate spaziali, e per collaudarlo.

Foto da: Luca Parmitano | Twitter e Giuseppe Conte | diretta Facebook

Leggi anche: