Harry e Meghan, chi pagherà la loro scorta? La grana per Trudeau sui costi della loro sicurezza

I costi si aggirerebbero sui 3 milioni di dollari l’anno, ma nessuno sembra volerli sostenere. I Sussex, che sognano l’indipendenza economica, sanno bene che dovranno fare i conti con costi che rischiano di non essere più alla loro portata

«Ci sono delle riflessioni in corso e quello delle spese per la sicurezza di Harry e Meghan sicuramente è uno dei temi su cui si sta riflettendo. Ma abbiamo delle responsabilità», a parlare è il premier canadese Justin Trudeau a Global News precisando che «c’è comunque un sentimento di apprezzamento generale per i Sussex».


Dunque, la questione più spinosa, dopo la decisione di Harry e Meghan di rinunciare allo status di reali andando a vivere tra Canada e Londra, resta quella relativa alla scorta che finirebbe per costare la bellezza di un milione di sterline (rispetto ai 600mila di adesso).

I contribuenti inglesi non vogliono pagarla, visto il loro inaspettato addio, e probabilmente nemmeno quelli canadesi, per quanto il Canada faccia parte del Commonwealth e, quindi, pur rimanendo indipendente, resta legato alla Regina Elisabetta, formalmente Capo di stato canadese.

Carlo, intanto, ha promesso a Harry il suo aiuto economico precisando, però, che le risorse non sono illimitate: ha già speso molto per il loro matrimonio, per la ristrutturazione delle case oltre a dover sostenere, ogni mese, le retribuzioni per uno staff di 110 persone. 

Garantire una scorta ai Sussex, affidandola ad agenzie private che, ad esempio, si occupano della sicurezza dei divi di Hollywood, potrebbe costare la bellezza di tre milioni di dollari l’anno.

La domanda è: chi pagherà? Forse stavolta Harry e Meghan, che sognano l’indipendenza economica, dovranno fare da soli.

Leggi anche: