Modena, sputi e insulti contro una giovane Pd: aggredita mentre fa volantinaggio

Sale la tensione nella campagna elettorale in Emilia-Romagna a pochi giorni dal voto

Ha 22 anni la militante del Giovani democratici, il movimento giovanile del Pd, aggredita a Modena, in zona San Faustino, mentre faceva volantinaggio per la campagna elettorale delle Regionali di domenica 26 gennaio.

«Eravamo in giro per la città a distribuire volantini elettorali per il Pd – spiega una giovane presente al momento dell’aggressione – quando un signore ha aggredito la mia “collega” con insulti e sputi una volta compreso cosa stessimo facendo. Nel rientrare nel palazzo, l’uomo le ha chiuso il portone sulla gamba. Presenteremo denuncia». La ragazza ha riportato una prognosi di cinque giorni.

«Questi episodi a Modena non si sono mai visti in campagna elettorale e non appartengono al clima politico a cui siamo abituati» ha detto il segretario cittadino del Pd Andrea Bortolomasi.

Sull’aggressione è intervenuto anche il segretario dem, Nicola Zingaretti, che su Facebook ha scritto: «Ho appena chiamato Chiara per accertarmi delle sue condizioni dopo la vile aggressione subita mentre stava volantinando per Stefano Bonaccini a Modena. A lei va un grande abbraccio da parte di tutta la comunità del Pd e un ringraziamento a tutti i giovani democratici che sono impegnati, porta a porta, nelle scuole, nelle strade dell’Emilia-Romagna per vincere le elezioni e per difendere il buongoverno della regione».

Leggi anche: