Berlusconi ci ricasca: accanto alla candidata presidente in Calabria dice: «La conosco da 26 anni e…» – Video

L’ultima battuta sessista dell’ex premier, che ha scatenato polemiche infuocate dal mondo femminista

Appena sbarcato a Tropea in Calabria a tre giorni dal voto per le Regionali, Silvio Berlusconi si è lanciato in una nuova battuta sessista che ha scatenato feroci polemiche, come non succedeva da anni all’ex premier.

Accanto alla candidata del centrodestra per la presidenza della Calabria, Jole Santelli, il presidente di Forza Italia ha detto: «Conosce Jole Santelli da 26 anni e non me l’ha mai data». Berlusconi ha poi fatto anche una battuta sulla citofonata di Salvini a Bologna: «Se io dovessi citofonare a qualcuno, sceglierei di farlo con una bella ragazza per invitarla a cena con me».

Le parole di Berlusconi hanno scatenato l’indignazione di diverse parlamentari Pd, oltre che dell’avversario della Santelli in Calabria, Pippo Callipo. Polemiche alle quali l’ex premier ha provato a rispondere: «Me ne hanno dette di tutti i colori da stamattina quando ho fatto quella battuta su Jole che non me l’ha data: sessista, razzista che non considera le donne. Io le donne le considero tanto è vero che nel partito abbiamo una donna presidente del Senato, una vice presidente della Camera e donne capigruppo nel parlamento. Anche nei miei esecutivi – ha aggiunto Berlusconi – le donne hanno avuto un ruolo e pure nelle mie aziende».

Prima della battuta in Calabria, Berlusconi se n’era concessa un’altra in Sardegna, dove a margine di un incontro di partito aveva rispolverato un suo ormai antico tormentone: «Peccato avere 82 anni, eh. Però mi sento ancora forte. Prima ne facevo sei per notte, adesso alla terza mi addormento. Fate girare la voce».

Video Agenzia Vista

Leggi anche: