Salvini incassa la sconfitta in Emilia-Romagna e rilancia: «Vinte 8 regioni su 9: il cambio è solo rinviato» – Video

«Chiaro che se ieri si fosse votato a livello nazionale il centrodestra avrebbe stra-vinto», ha detto il segretario leghista in conferenza stampa

«Mi sono alzato assolutamente soddisfatto, perché abbiamo fatto tutto quello che è umanamente possibile e anche di più». Matteo Salvini ha rotto il silenzio dopo la sconfitta alle regionali dell’Emilia-Romagna, dove il candidato Pd Stefano Bonaccini ha battuto la candidata leghista Lucia Borgonzoni, con una percentuale di 51,44% contro il 43,62%.

«Ne abbiamo vinte 8 su 9 (di Regioni, ndr), poteva andare peggio», ha detto nella conferenza stampa in un hotel alle porte di Bologna. «Sono un perfezionista e avrei preferito 9 su 9. Ma ce ne sono 6 in primavera, e 4 a guida Pd. Non diamo per vinta nessuna partita, noi giochiamo per vincere».

«Qui in Emilia-Romagna abbiamo fatto opposizione con 9 consiglieri fino a ieri, adesso ce ne saranno 13 o 14», ha insistito . «E’ un passaggio vuole dire che abbiamo fatto tanto e dobbiamo fare di più ci prepariamo a 5 anni di appassionata opposizione perché il cambio in Emilia Romagna è solo rimandato».

«Se fossero state le legislative avremmo stravinto»

Quanto allo scenario nazionale, Salvini ha dichiarato di «guardare in casa mia e non commentare i problemi altrui».

«Sia in Calabria sia in Emilia-Romagna la coalizione intera di centrodestra ha dato prova di compattezza», ha aggiunto. «Chiaro che se ieri si fosse votato a livello nazionale il centrodestra avrebbe stra-vinto. Quando si voterà a livello nazionale è nelle mani del buon Dio saperlo».

«Ci aspettano temi nazionali come giustizia, milleproroghe e dibattito sul Mes», ha detto. «Aspetto col sorriso il voto Senato che decide se devo andare al processo, ci aspettano settimane appassionanti».

«Ripartiamo dalla Calabria»

«Parto dalla Calabria, ci siamo concentrarti molto sul’Emilia-Romagna, anche mediaticamente», ha ammesso Salvini. In Calabria, la candidata per il centrodestra Jole Santelli ha invece vinto con il 55,3% delle preferenze.

«In Calabria la Lega non si era mai presentata alle regionali, ora per la prima volta con il nostro simbolo sulla scheda e siamo testa a testa a essere il primo partito del centrodestra», ha aggiunto. «Sarò lì questa settimana per ringraziare gli elettori e per dare una squadra di governo e di Giunta più velocemente possibile in una terra massacrata».

Leggi anche:

Ultimi aggiornamenti: