Coronavirus, un caso sospetto tra i 56 isolati alla Cecchignola: trasferito allo Spallanzani

Sarà ricoverato in isolamento allo Spallanzani uno degli italiani da pochi giorni in quarantena nella cittadella militare

C’è un primo caso sospetto tra i 56 italiani rimpatriati da Wuhan e messi in quarantena nella cittadella militare della Cecchignola, a Roma. Su uno di loro sono in corso accertamenti, secondo quanto riferisce l’Ansa, per la positività al Coronavirus. Le analisi eseguite questa mattina hanno infatti evidenziato «un sospetto di coronavirus 2019-nCoV» su una persona, riferisce in una nota il ministero della Salute.


Trasferito allo Spallanzani, continuano gli accertamenti sul paziente. «Il paziente in buone condizioni generali presentava un modesto rialzo termico. Gli accertamenti sono ancora in corso», ha dichiarato, alle 19:30, la Direzione sanitaria dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani ha dichiarato. Le visite e gli esami per escludere il contagio da coronavirus dovrebbero durare fino a tarda serata.

Il rientro degli studenti

Sta avvenendo a scaglioni ed è previsto che si concluda entro domani il rientro in Italia degli ultimi 87 studenti che partecipavano ad un programma di Intercultura che sono ancora in Cina. L’associazione spiega che i 13 che erano ad Hong Kong sono tornati ieri, mentre un altro da Hong Kong e l’altra decina che erano in Cina sono rientrati nei giorni scorsi.

Leggi anche: