Cagliari, esonerato Maran. Il Milan può licenziare Boban

Giulini sta valutando le alternative per la panchina. Ore frenetiche per il Diavolo

Un bellissimo sogno, la frenata. Poi l’incubo. Rolando Maran non è più l’allenatore del Cagliari, che solo a dicembre sognava addirittura la qualificazione alla prossima Champions League. L’allenatore è stato sollevato dall’incarico in serata: paga i soli 4 punti conquistati nelle ultime 11 giornate. Il 3-4 interno contro la Roma è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ironia della sorte Maran era già stato esonerato da allenatore del Chievo dopo un 4-1 sempre contro i giallorossi.

Per la sostituzione si sta vagliando, in primis, la soluzione interna. Giulini vuole un traghettatore: potrebbe essere Max Canzi, attuale allenatore (con ottimi risultati) della Primavera. In lizza ci sono anche Andrea Stramaccioni e Francesco Guidolin.

Boban e Maldini, Ansa

Occhio anche al Milan, e non certo per Pioli. Potrebbero separarsi nelle prossime ore le strade del Diavolo e di Zorro Boban, che la scorsa settimana aveva parlato pubblicamente di mancanza di unità di intenti e del fatto che non si remasse tutti dalla stessa parte.

Boban potrebbe essere licenziato (qualcuno sostiene addirittura per giusta causa), o anche raggiungere un accordo per una separazione consensuale. Sistemata la questione ‘Zorro’, il Milan si incontrerà con Paolo Maldini. Situazione più o meno speculare anche se l’ex terzino rossonero non si è mai esposto pubblicamente come il collega.