Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’audio attribuito alla ministra Azzolina è della senatrice Daniela Sbrollini: bastava leggere il resoconto del Senato

L’audio attribuito a Lucia Azzolina è in realtà attribuibile alla senatrice Daniela Sbrollini di Italia Viva.

Circola da un paio di giorni un audio Whatsapp che sarebbe stato attribuito alla ministra dell’Istruzione del Governo Conte II, Lucia Azzolina. La stessa ha voluto smentire le voci che circolavano sul suo conto attraverso un post Facebook: «In queste ore sta circolando un audio che mi viene attribuito con una voce femminile, palesemente non mia, che parla di un intervento in Parlamento che non ho mai fatto e riferisce parole che non ho mai detto. Ovviamente è un fake».

In realtà si può dire che è «fake» l’attribuzione dell’audio alla ministra. Nell’audio l’autrice parla di un intervento in aula seguito poi dalla senatrice Elena Cattaneo, e questo è il primo indizio. Il secondo indizio sono le proposte fatte, come un monitoraggio contro le «fake news». Questi due elementi ci portano al nome della senatrice di Italia Viva Daniela Sbrollini.

La richiesta di verifica giunta via Whatsapp al numero 3518091911 riportava una semplice domanda: «Gira questo file via Whatsapp. È reale? Parlerebbe una senatrice».

Si! È reale! Ecco i punti del resoconto stenografico della seduta del 4 marzo 2020 che coincidono con il racconto dell’audio:

Chiedo pertanto un controllo e un monitoraggio sui social, per le troppe fake news che stanno girando e che possono purtroppo trovare terreno fertile in tanti cittadini; credo che un monitoraggio attento sui social sia assolutamente necessario dal punto di vista istituzionale.

L’intervento della senatrice Sbrollini. Evidenziato in viola l’intervento successivo della senatrice Cattaneo.

Non risulta esserci un’imitazione, l’audio riporta semplicemente quanto detto in aula dalla senatrice stessa. L’audio, come ormai spesso accade, sarebbe uscito da una chat privata e non doveva essere divulgato, come spiegato dalla stessa senatrice:

Ho preso atto della diffusione di un messaggio audio, destinato ad una chat tra amici, nel quale ho riferito il contenuto di un intervento in aula di una titolata collega. Tale audio, sostanzialmente privato, è stato divulgato e utilizzato strumentalmente da taluni che, evidentemente, intendono generare e diffondere confusione e timori.

Per assurdo, l’audio di chi ha proposto un monitoraggio sulle fake news sui social è stato diffuso proprio attraverso i social e strumentalizzato per generare una falsa attribuzione alla ministra dell’Istruzione.

La smentita della Senatrice Cattaneo

Nell’audio la senatrice di Italia Viva riporta una «fake news» nei confronti della senatrice Elena Cattaneo, sostenendo che nel suo intervento abbia dichiarato quanto segue:

… lei sostiene che le prossime tre settimane saranno quelle più decisive e preoccupanti perché pare che il coronavirus si stia già trasformando in altri ceppi più gravi…

Ecco la risposta della senatrice Cattaneo:

In merito a un audio WhatsApp sulla diffusione del Coronavirus, in cui viene richiamato l’intervento in Aula della Senatrice a vita Professoressa Elena Cattaneo pronunciato nella giornata di ieri 4 marzo, in occasione della conversione in legge del DL 6/2020, si precisa che l’intervento della Sen.ce Cattaneo non corrisponde a quanto contenuto nel messaggio. Il testo dell’intervento è reperibile per estratto sul sito della Prof.ssa a questo link oltre che nel resoconto stenografico integrale della seduta sul sito del Senato. Riferendo l’audio di affermazioni mai formulate, si invita chiunque ad attingere esclusivamente alle fonti dirette qui richiamate.

Leggi anche: