Media iracheni: arrestato al-Qirdash, probabile successore di al-Baghdadi. Ma era davvero lui il futuro leader dell’Isis?

I media iracheni annunciano l’arresto del probabile nuovo leader dell’organizzazione terroristica. Dubbi sull’operazione e sul suo ruolo all’interno del gruppo

L’intelligence irachena avrebbe arrestato Abdulnasser al-Qirdash, possibile successore di Abu Bakr al-Baghdadi come califfo dello Stato islamico. Lo riferisce al Arabiya online, citando una nota dei servizi segreti iracheni. Stando ai media iracheni, ripresi in Italia dall’agenzia Ansa, dopo la morte di al-Baghdadi, avvenuta a seguito di un blitz americano in Siria il 27 ottobre scorso, Qirdash era considerato il favorito alla successione. 

Abdulnasser al-Qirdash in uno scatto diffuso dai media iracheni

«Il terrorista di nome Abdulnasser al-Qirdash, il candidato a succedere al criminale al-Baghdadi, è stato arrestato. L’arresto è arrivato dopo un’accurata operazione intelligence», si legge nella dichiarazione del Servizio di intelligence nazionale iracheno riportata da al Arabiya.

Non è chiaro quale fosse il suo ruolo all’interno dell’organizzazione terroristica. Attualmente il capo alla guida dello Stato islamico sarebbe Amir Mohammed Abdul Rahman al-Mawli al-Salbi che conta diversi alias tra cui Haj Abdullah, Abu Abdullah al-Qurashi e Abdullah Qirdash.

Il giornalista di origini siriane Hassan Hassan, ha dichiarato su Twitter che non si tratta del successore di al-Baghdadi, bensì di un alto ufficiale dell’Isis arrestato dai curdi siriani e consegnato agi americani lo scorso anno. L’uomo, apparso nella foto delle testate di tutto il mondo, sarebbe stato consegnato solo oggi agli iracheni dai siriani e dagli americani.

Leggi anche: