Minneapolis, scontri per strada per la morte di George Floyd: quattro agenti licenziati. La cantante Sia: «Lo hanno ucciso!» – Video

La morte del 46enne afroamericano ha fatto esplodere la protesta per le strade, ma anche il dibattito sul razzismo negli Stati Uniti

In centinaia sono scesi in piazza a Minneapolis per protestare contro la morte di George Floyd, l’afroamericano bloccato dalla polizia e morto dopo poco in ospedale. Il clima si è rapidamente infuocato tra manifestanti e la polizia, con gli agenti che sono ricorsi anche al lancio di gas lacrimogeni. Dopo la diffusione del video, come riporta il Washington Post, quattro agenti sono stati licenziati.

Il caso di Floyd ha infuocato il dibattito sul razzismo della polizia negli Stati Uniti, con una grande ondata di indignazione che ha coinvolto anche personaggi come la stella Nba Steve Kerr. Su Twitter, l’ex giocatore di Chicago e San Antonio ha scritto: «Questo è un omicidio. Disgustoso. Seriamente, cosa cavolo c’è di sbagliato negli Usa?».

«È la cosa più disgustosa e straziante che abbia visto da molto tempo a questa parte – ha scritto la cantante Madonna su Instagram, pubblicando il video che ha fatto il giro del mondo – Fuck the Police! Sì lo dico, non sono interessata a essere politicamente corretta. Sono interessata alla giustizia».

Visualizza questo post su Instagram

with his knee on his neck, handcuffed and helpless, crying for his life with his face in the street is the most sickening, heartbreaking thing ive seen in a long time. This Officer knew he was being filmed and murdered him with arrogance and Pride. This has to stop!! Until we can over come Racism in America— no one should be allowed to carry a gun. Most of all cops. God Bless you George Floyd Im so sorry for you and your family. And all the senseless killings that have gone before you. Will it ever end? 🙏🏼 I pray to GOD it does one day. Until then—Fuck The Police! Yea I said it. Im not interested in being PC. Im interested in Justice. @shaunking #georgefloyd #justice #guncontrol

Un post condiviso da Madonna (@madonna) in data:

E ancora l’ex modella Naomi Campbell su Twitter: «Non ho parole. Sono stanca di tutto questo e sono stanca di persone che muoiono senza motivo. Pensavo che in questo momento avremmo potuto essere tutti più vicini, invece sembra che il coronavirus abbia fatto emergere il razzismo in modo forte».

Durissima anche la cantante australiana Sia: «George Floyd è stato ucciso. Il poliziotto va incriminato. Perché cazzo non è stato ancora fatto? Fate qualcosa»

Leggi anche: