Sondaggio Pagnoncelli, cresce solo il M5s. Cala Italia viva: con Calenda è quasi alla pari

Quasi ignoto l’appuntamento con il referendum sul taglio dei parlamentari previsto a settembre: lo sa solo un terzo degli elettori

Riprende a crescere il M5s secondo l’ultimo sondaggio Ipsos di Nando Pagnoncelli sul Corriere della sera. Tra maggio e giugno, il Movimento è salito al 18%, con un balzo dell’1,3%. Si riducono le distanze con il Pd, che invece ha registrato un trend negativo nell’ultimo mese, passando dal 21,2% al 20,4%. In leggero calo anche la Lega, che mantiene comunque la testa della classifica tra i partiti: il Carroccio è ora al 24%, con una perdita mensile dello 0,3%.


In lieve crescita intanto Fratelli d’Italia, al 16,3% con un aumento dello 0,1%. Segue Forza Italia, che continua a calare per il secondo mese consecutivo, portandosi al 7,2% con una perdita dello 0,2%. Cede terreno anche Italia Viva, ora al 2,9%, davanti di misura ad Azione di Carlo Calenda che è al 2,8%.

Il referendum sconosciuto

Sono pochi gli elettori a conoscenza dell’appuntamento elettorale a settembre con il referendum sul taglio dei parlamentari. Solo il 28% sa che il voto referendario è previsto in autunno, per quanto il 44% considera il tema di elevata importanza, oltre al 23% che lo ritiene abbastanza importante, mentre il 20% pensa che sia poco o per niente importante.

Quasi la metà voterebbe comunque per confermare la riforma costituzionale, il 46%, mentre solo il 10% voterebbe contro.

Leggi anche: