Il discorso di Donald Trump alla convention Rep: «L’agenda di Biden? Made in China. Fermeremo le folle inferocite» – Il video

Le parole di Donald Trump e di sua figlia Ivanka nella serata conclusiva della convention repubblicana

Accetta la candidatura il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, alla fine della convention repubblicana, con un lungo discorso, dipingendosi in completo contrasto con il suo avversario, il dem Joe Biden, citato per una quarantina di volte e accusato dal tycoon di avere un programma socialista «radicale». Trump arriva scendendo le scale mentre tiene per mano Melania. Il suo è un discorso di un’ora davanti ai 1900 ospiti sul South Lawn, il giardino meridionale della residenza presidenziale. Ospiti non distanziati né forniti di mascherina.


«Noi saremo sempre dalla parte di chi garantisce la sicurezza e difende la nostra bandiera», dice Trump parlando a un’America ferita dall’uccisione di George Floyd prima e del ferimento di Jacob Blake poi, sette colpi alla schiena da parte di un poliziotto, e senza alcuna apparente ragione. «L’agenda di Joe Biden è Made in China. La mia è completamente americana», assicura Trump. «Queste sono le elezioni più importanti della storia del nostro Paese. Dovete decidere tra sogno americano e agenda socialista», conclude il presidente.

Sul palco interviene anche la figlia Ivanka: «Donald Trump è venuto a Washington per un motivo: rendere di nuovo grande l’America, dice. Riconosco che lo stile di comunicazione di mio padre non è per tutti e so che i suoi tweet possono sembrare un po’ senza filtro. Ma i risultati? I risultati parlano da soli».

Video Editing: Vincenzo Monaco

Leggi anche: