De Benedetti al vetriolo su Berlusconi: «Auguri di guarigione ma è stato un grande imbroglione»

L’Ingegnere ha rievocato anche il conflitto giudiziario che lo ha visto contrapporsi al leader di Forza Italia: «Ha versato alla Cir 562 milioni, che è la più grande goduria che ho avuto nella mia vita»

Al Festival della Tv di Dogliani, in provincia di Cuneo, Carlo De Benedetti ha fatto gli auguri a Silvio Berlusconi per la sua guarigione dal Coronavirus. Auguri che però sono stati venati anche da una nota critica nei confronti dell’ex premier: «Faccio i miei auguri a Berlusconi, ma il mio giudizio su di lui rimane critico: ha abbassato il livello di civismo e moralità del Paese. È l’Alberto Sordi della politica italiana. È stato molto nocivo al Paese».

De Bendetti ha rievocato anche la battaglia legale che lo ha visto contrapposto con il leader di Forza Italia: «Berlusconi è stato un grande imbroglione. Io l’ho punito severamente. Ha versato alla Cir 562 milioni, che è la più grande goduria che ho avuto nella mia vita, per uno che ha fatto di tutto per ostacolarmi. Per lui deve essere stato il più grande dolore della sua vita e per me la più grande goduria, anche se non ho toccato un euro personalmente».

Netta la risposta della figlia Marina: «Le parole di un uomo in disarmo sotto tutti i punti di vista, dalle esperienze imprenditoriali fino ai rapporti famigliari, non possono suscitare altro che un sentimento di commiserazione».

Leggi anche: