Test sierologici ai docenti, Arcuri: «Andiamo avanti con lo screening. Positivi a casa»

Il commissario straordinario è tornato sul tema del tracciamento dei docenti a pochi giorni dalla riapertura delle scuole

Il commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri, è tornato sul tema dei test sierologici ai docenti. Lo screening era previsto dal 24 agosto al 7 settembre, per avere poi una settimana di tempo prima del rientro ufficiale a scuola per completare i tamponi su tutti i positivi. Ora però, dati anche i ritardi e le differenze di riapertura nelle Regioni, Arcuri ha dichiarato che «i test dei docenti vanno avanti».

«Anche perché in alcune regioni le scuole riaprono il 24», ha detto a margine della presentazione del Libro Blu dell’Agenzia Dogane e Monopoli. «Il dato è che ci sono alcuni positivi al sierologico, per ora 13 mila su 500 mila totali. Ora faranno i tamponi e, in caso di positività, non potranno andare a scuola. Questa è una campagna di screening importante, utile se non indispensabile».

«I docenti – ha poi sottolineato, parlando di chi sarà costretto a rimanere escluso per la Covid-19 – avranno la necessaria copertura economica nel caso in cui dovessero essere impossibilitati ad andare a scuola».

In copertina ANSA/POOL/ROBERTO MONALDO | Il commissario Domenico Arcuri in occasione della conferenza stampa a Palazzo Chigi sull’avvio dell’anno scolastico, Roma, 9 settembre 2020.

Video in copertina: Agenzia Vista

Leggi anche: