Bielorussia, le donne in piazza strappano i passamontagna ai poliziotti – Il video

Proseguono le proteste contro Lukashenko. Mentre il Parlamento europeo chiede sanzioni contro il presidente per la repressione dei manifestanti

Non si fermano in Bielorussia le manifestazioni di piazza contro la rielezione di Alexander Lukashenko. Nonostante il presidente abbia dato carta bianca alle forze di sicurezza e ai poliziotti antisommossa per reprimere brutalmente la protesta, i manifestanti hanno continuato a far sentire la propria voce. E in alcuni casi, soprattutto le donne, hanno reagito strappando i passamontagna agli agenti, costringendoli così a ritirarsi e a nascondere il volto per non essere identificati.


Intanto, oggi 17 settembre il Parlamento Ue ha chiesto sanzioni europee contro Lukashenko, condannando allo stesso tempo le violente repressioni dei manifestanti. In una risoluzione adottata con 574 sì, 37 no e 82 astensioni, il Parlamento ha respinto i risultati ufficiali delle elezioni presidenziali, che si sono svolte «in flagrante violazione di tutti gli standard riconosciuti a livello internazionale». Una volta scaduto il 5 novembre «il mandato del leader autoritario uscente Alexander Lukashenko», il Parlamento non lo riconoscerà più come presidente del paese, si legge nel testo.

Video: @radabnr / Twitter

Leggi anche: