Usa 2020, armato e senza mascherina: arrestato ex candidato repubblicano davanti a un seggio di Charlotte

Si era presentato al seggio armato, spaventando qualche elettore. Invitato ad andarsene, torna e viene arrestato

Un uomo senza mascherina, armato e vestito da militare con il cappellino pro Trump, è stato segnalato alle autorità per aver messo in agitazione i votanti davanti a un seggio di Charlotte, nel North Carolina. Secondo quanto riportato via Twitter dal Charlotte Agenda, alcune persone sarebbero andate via senza votare a causa della sua presenza.


I rappresentanti del seggio, dopo aver espresso il suo voto, gli avevano ordinato di andarsene per tutelare la tranquillità degli altri votanti. Dopo un primo allontanamento, pacifico, tornò più tardi posizionandosi con una sedia pieghevole poco lontano dall’ingresso del seggio continuando di fatto a mettere in agitazione i presenti.

Screenshot dell’articolo del Charlotte Observer dove è presente il video che immortala il momento dell’arresto.

L’uomo, un ex candidato repubblicano di nome Justin Dunn, è stato successivamente arrestato dagli agenti di Polizia di Charlotte-Mecklenburg con l’accusa di «violazione di domicilio». Dunn ha dichiarato di essere stato lui intimidito e per tale motivo sarebbe tornato sul posto.

Leggi anche: