Paziente morto al Cardarelli, la versione di Rosario: «Se n’è andato tra le mie braccia, ho chiesto aiuto e non è venuto nessuno» – Il video

L’uomo che ha girato il video racconta i momenti drammatici vissuti all’interno dell’ospedale di Napoli. Poi si rivolge alla famiglia della vittima: «Chiedo scusa se vi ho offeso, non volevo farmi pubblicità»

«Ho chiesto di avere una bombola d’ossigeno, non me l’hanno data perché dovevo aspettare i medici. Il vecchietto è morto tra le mie braccia. Se ho fatto il video non l’ho fatto per cattiveria, ma perché avevo paura della morte, tutti abbiamo paura di morire ma non così, in ospedale si va per non morire». Rosario La Monica è l’uomo che ha girato il video choc di Giuseppe Cantalupo, il paziente di 84 anni morto nel bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Il filmato, successivamente, è stato diffuso sui social network, ma Rosario sostiene di averlo inviato via WhatsApp soltanto ai suoi familiari. Da quel momento in poi la notizia è balzata al centro delle cronache sull’epidemia di Coronavirus in Italia e sulle criticità del sistema sanitario in Campania. In un nuovo lungo video, l’uomo racconta la sua versione dei fatti dal momento in cui è stato ricoverato per Covid all’ospedale partenopeo. E chiede scusa alla famiglia del defunto: «Chiedo scusa se vi ho offeso facendo vedere il corpo di vostro padre, ma non era quella la mia intenzione e non volevo farmi pubblicità».


Leggi anche: