Calcio e razzismo, Cavani squalificato e multato per 110mila euro. Aveva usato la parola «neg*ito» in un post

di Redazione

L’attaccante del Manchester United ha accettato il provvedimento dopo aver ammesso l’errore ed essersi scusato

Una multa da 110 mila euro e una squalifica di 3 giorni. Edinson Cavani, attaccante del Manchester United, è stato punito dalla Football Association per aver scritto «Gracias negrito» in una storia su Instagram, pubblicata lo scorso novembre. Il contenuto è stato ritenuto razzista dalla massima autorità calcistica inglese, che ha disposto il provvedimento ai danni dell’ex calciatore del Napoli e del Paris Saint Germain.


Il «ringraziamento» era rivolto a un amico che, sullo stesso social, gli aveva fatto i complimenti per il gol-vittoria contro il Southampton. Cavani ha ammesso l’errore e si è scusato. Secondo la Federcalcio inglese, il commento era «offensivo e improprio», e rappresentava una «violazione aggravata» a causa dei «riferimenti, espliciti o impliciti, al colore e/o alla razza e/o all’ origine etnica».

Il Manchester United si è schierato con il suo atleta:

Edinson Cavani non sapeva che le sue parole avrebbero potuto essere interpretate male e si è scusato sinceramente per il post e per chiunque si sia ritenuto offeso», ha commentato in una nota la società sportiva. «Nonostante la sua onesta convinzione che stesse semplicemente inviando un affettuoso ringraziamento in risposta a un messaggio di congratulazioni da un caro amico ha scelto di non contestare l’accusa per rispetto e solidarietà con la FA e la lotta contro il razzismo nel calcio.

Immagine di copertina: EPA/Alex Livesey

Leggi anche:

Redazione