Forte esplosione nel centro di Madrid: saltati in aria quattro piani di un edificio. 2 morti e 8 feriti – Il video

Nell’edificio saltato in aria si trovava la parrocchia Virgen de la Paloma. Nelle vicinanze una scuola e una casa di cura. Il bilancio ufficiale è di 2 morti e 8 feriti, uno è in gravi condizioni

Una forte esplosione, le cui cause sono ancora sconosciute, ha fatto tremare e raso praticamente al suolo un edificio nel centro di Madrid oggi, 20 gennaio, nel quale si trovava la parrocchia Virgen de la Paloma. La grande esplosione è stata registrata intorno alle tre del pomeriggio. Come riporta El Pais, che per primo ha diffuso la notizia, la potente esplosione ha fatto saltare in aria non tre, come avevano fatto intendere le prime notizie, ma quattro piani dell’edificio, situato in Calle de Toledo 98, nel centro della capitale spagnola. 


L’edificio è molto vicino a una casa di cura, il Residencial Los Nogales La Paloma, e a una scuola. Ci sono 2 morti e 8 feriti. Fra questi uno è in condizioni gravi ed è stato trasportato in ospedale. Un portavoce del gruppo Los Nogales ha riferito: «Stanno evacuando tutti i residenti nell’hotel dall’altra parte della strada». Sul posto, come riporta Rai News, sono arrivate le squadre di soccorso e l’antiterrorismo. La prima ipotesi, secondo El Mundo, è che ci sia stata una fuga di gas ma sul posto gli agenti dell’antiterrorismo stanno facendo tutte le verifiche del caso.

Tutta la zona attorno all’edificio è stata evacuata. Ora i pompieri stanno lavorando per capire se, sotto le macerie, ci siano altre persone, come riporta Telemadrid. Il sindaco è giunto sul posto dove è stato allestito un ospedale da campo. «Sfortunatamente dobbiamo piangere la morte di alcune persone nell’esplosione nella calle Toledo. Ho appena finito di parlare con il sindaco di Madrid per esprimergli il mio sostegno e solidarietà. Tutto il nostro rammarico e affetto alle famiglie dei defunti e dei feriti», ha scritto il premier spagnolo Pedro Sanchez su Twitter.

Foto in copertina: EPA/DAVID FERNANDEZ

Leggi anche: