India, crolla ghiacciaio sull’Himalaya. Almeno 3 vittime e 150 dispersi – Il video

Il crollo ha colpito il distretto di Chamoli, nello stato di Uttarakhand. Il primo ministro indiano, Narendra Modi, ha parlato di «disastro»

Almeno 150 dispersi e 3 morti. È questo il bilancio provvisorio della caduta di una porzione di un ghiacciaio dell’Himalaya che ha causato l’esondazione del fiume Alaknanda, nel distretto di Chamoli, nello Stato di Uttarakhand nel nord dell’India. Il distaccamento ha provocato l’innalzamento delle acque che hanno travolto persone, dighe, ponti, strade e cantieri. A valle erano al lavoro oltre 50 operai, impiegati in una centrale idroelettrica lungo il fiume. Si teme però che l’impatto possa aver travolto anche persone che vivono nei villaggi prossimi al luogo dell’impatto. Alcuni testimoni riferiscono di aver visto crollare un muro di «polvere, roccia e acqua». 


Mentre procedono le operazioni di soccorso e di evacuazione delle aree coinvolte, il portavoce della polizia locale ha confermato alla stampa che attualmente «il bilancio parla di 150 dispersi e 16-17 persone intrappolate in un tunnel, mentre almeno 3 vittime sono state localizzate sul letto del fiume». Il primo ministro indiano, Narendra Modi, ha parlato di «disastro», assicurando di essere in contatto col governatore di Uttarakandh, Trivendra Rawat, il ministro dell’Interno e i responsabili della Protezione civile indiana. 

Leggi anche: