Insulti a Giorgia Meloni, l’Università di Siena sospende lo storico Gozzini per tre mesi

In attesa della decisione del Collegio di disciplina, il professore non riceverà lo stipendio

Il professore e storico Giovanni Gozzini è stato sospeso dall’insegnamento, in via cautelativa, per tre mesi, dopo gli insulti sessisti rivolti alla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. A renderlo noto è stato il rettore dell’Università di Siena, Francesco Frati, che già in precedenza aveva duramente condannato l’aggressione verbale nei confronti di Meloni durante un intervento su un’emittente radiofonica fiorentina. «Ho appena firmato il provvedimento che sospende il professor Gozzini da ogni attività didattica e di ricerca – annuncia il rettore Francesco Frati -. E allo stesso tempo ho chiesto al Collegio di disciplina la sanzione che, secondo i regolamenti ritengo equa, contro il docente: tre mesi di sospensione da ogni attività didattica e di ricerca e di conseguenza dallo stipendio».


Le opzioni del Collegio di disciplina

La sospensione, dunque, avrà validità di tre mesi, in attesa che si pronunci il Collegio di disciplina dell’Ateneo senese, costituito da tre docenti ordinari: la professoressa di Storia medievale Gabriella Piccinni, il professore di Diritto privato Angelo Barba, la professoressa di Istituzione di Diritto pubblico Elena Bindi. Il Collegio potrebbe percorrere altre strade, tra cui la sospensione dall’insegnamento fino a un anno o il licenziamento. «Gli attacchi volgari e sessisti rivolti all’onorevole Meloni pongono a noi tutti una seria riflessione su quanto questi comportamenti, rivolti spesso alle donne, siano gravi, inaccettabili e da stigmatizzare senza riserve. Abbiamo la necessità di difendere l’onore dell’Ateneo – ha commentato il rettore dell’Università di Siena –  e far sì che l’Università di Siena, a sua volta vittima delle dichiarazioni del professore, sia difesa nella sua dignità».

Leggi anche: