Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Criptovalute, la piattaforma Coinbase pronta al debutto miliardario a Wall Street. E il Bitcoin vola

Domani l’esordio sul Nasdaq, con una valutazione vicina ai 100 miliardi di dollari. Bloomberg: «Un test per valutare l’appetito degli investitori» verso il mondo delle monete virtuali

Coinbase, piattaforma per lo scambio di criptovalute, verrà quotata domani a Wall Street e secondo le attese degli analisti potrebbe essere valutata circa 100 miliardi di dollari, cifra superiore alla capitalizzazione del New York Stock Exchange e del Nasdaq messi insieme. La notizia ha fatto volare il Bitcoin, il cui valore ha toccato un nuovo massimo storico superando i 62 mila dollari. La quotazione al Nasdaq di Coinbase viene infatti interpretata come un evento rassicurante per la solidità delle criptovalute, che com’è noto non sono emesse e non sono protette da alcuna banca centrale.


Bloomberg, non a caso, ha definito la quotazione di Coinbase «un test per valutare l’appetito degli investitori» verso il mondo delle monete virtuali. D’ora in poi sarà infatti possibile investire in Borsa su una società che opera esclusivamente in questo settore. Coinbase, fondata nel 2012, stima di chiudere il primo trimestre 2021 con un utile tra i 730 e gli 800 milioni di dollari, più del doppio di quanto guadagnato nell’intero 2020, mentre i ricavi dovrebbero superare il totale di 1,3 miliardi registrato l’anno scorso.


Concorrenza in aumento e volatilità della moneta virtuale

Il punto, però, è sempre lo stesso: quante probabilità ci sono che questo trend prosegua, rendendo l’investimento redditizio anche nel futuro? E quante invece che si verifichi una repentina inversione di tendenza? Il fatturato di Coinbase è infatti legato alle commissioni raccolte quando gli utenti vendono o comprano Bitcoin. L’andamento del prezzo dei titoli della società, quindi, è esposto all’andamento della moneta virtuale, che a sua volta è fortemente volatile. L’aumento della concorrenza nel settore delle criptovalute potrebbe inoltre innescare una corsa al ribasso, mettendo i ricavi sotto pressione. E il debutto di Coinbase sta facendo salire non solo il Bitcoin, ma anche altre criptovalute come Binance Coin, che adesso è terza in classifica dietro Bitcoin ed Ethereum.

Isabel Schnabel, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, in un’intervista a Der Spiegel ha definito il Bitcoin «un asset speculativo senza alcun valore fondamentale riconoscibile». Nelle scorse settimane, d’altre parte, Goldman Sachs e Morgan Stanley hanno annunciato che offriranno ai propri clienti la possibilità di investire in criptovalute, mentre Tesla ha rivelato un investimento di 1,5 miliardi e ha iniziato ad accettare Bitcoin come metodo di pagamento per le proprie auto.

Leggi anche: