De Luca, pronta l’ordinanza per la campagna vaccinale nelle isole del golfo di Napoli

Il governatore della Campania è tornato sul tema delle riaperture: «Ai ristoratori si può dire: “noi apriamo fino alle 22”? E’ chiaro che è una presa in giro»

Vincenzo De Luca firmerà una nuova ordinanza oggi, 23 aprile, sulle modalità della campagna vaccinale contro il Coronavirus di massa nelle isole del golfo di Napoli: Ischia, Capri e Procida. Al termine delle somministrazioni per le fasce più fragili della popolazione, partirà un calendario con il nuovo giro di vaccinazioni per fasce di età decrescenti destinato a tutti i cittadini residenti o domiciliati sulle isole. Ad avvenuta somministrazione ad almeno il 90% dei residenti in ciascuna fascia si procederà alla vaccinazione «dei cittadini stabilmente impegnati in attività lavorativa sui territori isolani».


Cosa dice l’ordinanza

Nel testo dell’ordinanza, come riporta Ansa, si fa riferimento a tutte le aziende sanitarie della Campania che sono autorizzate a realizzare «nell’ambito delle categorie/fasce di età attive secondo il Piano vaccinale vigente», sedute e giornate vaccinali ad accesso libero, ossia senza prenotazione e convocazione. L’obiettivo è «offrire la maggiore offerta possibile di somministrazione di vaccino ai soggetti aventi diritto, con obbligo di assicurare la contestuale registrazione dei relativi dati di adesione e avvenuta vaccinazione sulla piattaforma regionale».

Le riaperture

Il governatore della Campania, durante una diretta su Facebook, è tornato sul tema delle riaperture. «Ai ristoratori si può dire: “noi apriamo fino alle 22”? È chiaro che è una presa in giro. La mia idea è: manteniamo il coprifuoco ma l’apertura dei ristoranti mi pare ragionevole consentirla fino alle 23 e il rientro dei clienti fino alle 23.30, magari conservando lo scontrino da esibire alle forze dell’ordine», ha detto.

Leggi anche: