Inter, 30 mila tifosi in Piazza Duomo per lo scudetto. Polemiche per gli assembramenti: «Dove sono i controlli?» – Il video

Il segretario generale di Confcommercio Milano: «Le regole devono essere fatte rispettare, da tutti e per tutti»

Migliaia di tifosi dell’Inter hanno invaso Piazza Duomo a Milano per festeggiare il 19° scudetto. Nel giro di poco tempo le immagini di gioia dei supporter nerazzurri hanno innescato polemiche per gli assembramenti. 30 mila le persone in piazza contate nel tardo pomeriggio. «La gioia dei tifosi interisti è più che comprensibile» ha scritto su Facebook il segretario generale di Confcommercio Milano, Marco Barbieri, «mi chiedo però perché in Darsena o in Brera sia necessario transennare le vie per evitare assembramenti e veicolare i flussi di persone e in piazza del Duomo possano riversarsi in migliaia in modo incontrollato».


La stessa società nerazzurra aveva invitato alla responsabilità: «Ora è il momento della festa di tutti gli interisti. Una gioia che si sprigiona genuina ma che invitiamo a esprimere nella maniera più responsabile possibile: siamo campioni anche in questo!». Decine di supporter nerazzurri sono anche saliti sul monumento a Vittorio Emanuele II, al centro della piazza. «Bar e ristoranti non possono aprire i loro locali, pur garantendo distanziamento e sanificazione» ha continuato Barbieri, «ma gli viene concesso il solo utilizzo dello spazio esterno. Parchi e piazze, invece, possono riempirsi in modo incontrollato e senza alcuna precauzione sanitaria. Le regole devono essere fatte rispettare. Da tutti e per tutti».


Da sapere:

Leggi anche: