Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La figlia di Mattia Torre ritira il premio per suo padre: il saluto che commuove il pubblico dei David – Il video

Le parole della figlia dello sceneggiatore, scomparso nel luglio 2019, alla premiazione per la “Miglior sceneggiatura”

Momenti di commozione dal palco del Teatro dell’Opera di Roma, dove si è tenuta la 66esima edizione dei David di Donatello. Durante la premiazione per la “Miglior sceneggiatura originale”, infatti, Emma Torre, figlia di Mattia Torre, lo sceneggiatore scomparso nel luglio 2019, è salita sul palco insieme alla madre per ritirare il premio vinto dal padre con il film Figli. «Volevo fare i complimenti a mio padre che è riuscito a vincere questo premio anche se non c’è più», ha detto la giovane tra la commozione della platea, in particolare di Valerio Mastandrea, protagonista della pellicola premiata. Il film scritto da Torre ha ottenuto il favore davanti a titoli, tra gli altri, come Cosa Sarà con Kim Rossi Stuart e I predatori di Pietro Castellitto. «Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine e dedico questo premio al mio fratellino Nico, che mi fa ammazzare dalle risate, e a mia madre, che non si arrende mai. Figli», ha concluso Emma, «parla di famiglie sole e bambini che nascono: ringrazio gli infermieri e i medici che non fanno andare via le persone. Bravo papà!».


Video: Rai Play


Continua a leggere su Open

Leggi anche: