Caso Diana, l’ex direttore della Bbc si dimette dalla presidenza della National Gallery: «Dispiaciuto per gli eventi di 25 anni fa»

All’epoca della storica intervista a Lady D ottenuta con «metodi ingannevoli» Lord Hall era direttore di Bbc News

Tony Hall, ex direttore generale della Bbc, ha rassegnato le dimissioni da presidente della National Gallery di Londra sulla scia delle proteste e accuse scaturite dalla recente inchiesta sulla storica intervista del 1995 alla principessa Diana, che fu ottenuta dal giornalista Martin Bashir mediante «metodi ingannevoli». Secondo l’indagine condotta dall’ex giudice della Corte Suprema, Lord Dyson, Bashir produsse falsi documenti per aizzare la principessa contro la famiglia reale inglese, ottenendo successivamente l’intervista in cui Lady D. parlò dei tradimenti del principe Carlo e dei difficili rapporti all’interno della Royal Family.  


Lord Hall, all’epoca, era direttore di Bbc News. Dal 2013 divenne direttore generale della Bbc sino al 2020, per poi abbandonare l’incarico nel luglio 2020, quando divenne presidente della National Gallery di Londra. E nel rassegnare le dimissioni, l’ex dirigente della Bbc ha dichiarato: «Sono molto dispiaciuto per gli accadimenti di 25 anni fa e credo che leadership significhi prendersi le proprie responsabilità».


Ieri, 21 maggio, il ministro della Giustizia britannico Robert Buckland ha ribadito l’intenzione del governo britannico di riformare la governance dell’emittente. E sul caso specifico dell’intervista alla principessa Diana non ha lasciato margine agli ex vertici. «Non si è trattato solo delle decisioni di un giornalista o di un team – ha osservato Buckland -, ma delle responsabilità dell’intera catena di comando». Catena al cui comando c’era proprio il dimissionario Lord Tony Hall. 

Foto in copertina di repertorio: EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA

Leggi anche: