Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Strage del Mottarone, quattro giorni prima della tragedia la funivia aveva depositato un bilancio in rosso

Ferrovie del Mottarone è gestita da un unico amministratore: Luigi Nerini. Nel 2020 ha dovuto sospendere il servizio per 108 giorni

Da 1,8 milioni di euro di fatturato nel 2019 a 866 mila euro nel 2020. Sono questi i dati del bilancio della Ferrovie del Mottarone, l’azienda che gestisce l’impianto su cui il 22 maggio si è verificata la strage che ha causato la morte di 14 persone. Il 28 aprile il bilancio è stato approvato dall’amministratore Luigi Nerini, unico proprietario dell’azienda, e il 19 maggio è stato depositato. Il Corriere della Sera ha pubblicato tutti i conti dell’azienda dal 2017. Secondo questi dati la situazione finanziaria era più che positiva: 232 mila euro di utile nel 2017, 350 mila nel 2018, 439 mila nel 2019. Nel 2020 invece il rosso è stato di 82 mila euro. Negli ultimi due anni lo stipendio di Nerini è rimasto invariato: 96 mila euro. Il calo del fatturato è dovuto, come si può immaginare, ai giorni di chiusura durante la pandemia. A scriverlo è lo stesso Nerini: «Nella stagione 2020 a causa della pandemia la Funivia è stata chiusa dall’8 marzo al 29 maggio e in dicembre è stata attiva solo dal 19 al 23. I giorni di chiusura della stagione 2020 in cui abbiamo dovuto sospendere il servizio sono stati 108».


Foto di copertina: ANSA/TINO ROMANO | Luigi Nerini esce dal carcere dopo la decisione della procura di Verbania, 30 maggio 2021


Leggi anche: