Victoria’s Secret dice addio agli Angeli: «Smettiamola di essere ciò che vogliono gli uomini». Tra i nuovi volti anche Megan Rapinoe

Il brand cambia rotta e sceglie 7 donne simbolo dell’empowerment femminile

Basta a corpi perfetti e modelli femminili in serie e stereotipati, volti a soddisfare i desideri maschili. Lo storico brand di lingerie Victoria’s Secret ha deciso di cambiare rotta e aprire al cambiamento, dicendo addio ai celebri “Angeli”. Le modelle verranno sostituite con sette donne diventate famose per i successi ottenuti nei rispettivi settori, dallo sport al cinema. Una svolta inclusiva all’insegna dell’empowerment femminile per il colosso della lingerie americano fondato nel 1977, nel tentativo di riconquistare il pubblico femminile – da anni in calo e in cerca di alternative al passo con i tempi. Il nuovo motto è quello di proporre finalmente quello che «vogliono le donne»: «Dobbiamo smetterla di essere quello che vogliono gli uomini», ha annunciato Martin Waters, l’amministratore delegato di Victoria’s Secret. Al New York Times ha ammesso: «Quando il mondo si stava evolvendo, noi siamo stati troppo lenti nel rispondere» .


Anche Megan Rapinoe, campionessa di calcio e attivista Lgbt+

Al posto degli Angeli arrivano donne forti e di successo: tra loro Megan Rapinoe, la 35enne calciatrice statunitense e attivista femminista e Lgbt+; Eileen Gu, la 17enne sciatrice freestyle (sci acrobatico) cinese-americana; Paloma Elsesser, la modella 29enne che è stata una delle poche taglie 50 sulla copertina della rivista Vogue; e Priyanka Chopra Jonas, la 38enne attrice indiana e investitrice nel settore tecnologico.


Leggi anche: