Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Un occhio di fuoco si apre nelle acque del Golfo del Messico: fuga di gas da una piattaforma petrolifera – I video

L’incidente è avvenuto a ovest della penisola dello Yucatan dal condotto sottomarino di Petroleos Mexicanos, l’azienda petrolifera di Stato. L’incendio è stato domato «in 5 ore» e non risultano feriti. Ancora da stimare l’entità dei danni ambientali

Un enorme occhio di fuoco si è aperto nelle acque del Golfo del Messico, a ovest della penisola dello Yucatan, a seguito di un’improvvisa fuga di gas avvenuta in un condotto sottomarino di Petroleos Mexicanos, l’azienda petrolifera statale messicana anche conosciuta come Pemex. Le incredibili immagini hanno fatto il giro del mondo e mostrano come la voragine di fuoco si sia sviluppata sotto la superficie dell’oceano. Secondo un rapporto sull’incidente, mostrato all’agenzia di stampa Reuters da una fonte anonima all’interno di Pemex, tutto sarebbe cominciato con un temporale che avrebbe danneggiato i macchinari della piattaforma. La valvola di una linea sottomarina sarebbe scoppiata causando il deflusso dell’idrocarburo dal fondo del mare fino a emergere in superficie con un incendio. Nel comunicato ufficiale della compagnia messicana si legge che «non è stato necessario evacuare le persone sulla piattaforma né si sono riscontrati feriti». Dopo 5 ore di interventi, le squadre d’emergenza entrate in azione a sud del Golfo del Messico sono riuscite a sedare le fiamme nell’oceano ponendo fine all’emergenza. Non è ancora chiara la portata dei possibili danni ambientali causati dalla perdita del gas in acqua. Il campo petrolifero di Ku-Maloob-Zaap è il più grande controllato da Pemex con oltre il 40% dei suoi quasi 1,7 milioni di barili di produzione giornaliera.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: