Stop a modelli di bellezza irrealistici: in Norvegia una legge obbliga gli influencer a segnalare le foto ritoccate

Introdotta come parte di un disegno di legge del Ministero norvegese per l’infanzia e la Famiglia, è stata approvata dal parlamento l’11 giugno

Ritoccare una foto prima di postarla sui social? In Norvegia segnalarne il ritocco diventerà obbligatorio, almeno per quanto riguarda i contenuti pubblicitari. Il Paese sta cercando di contrastare standard di bellezza irrealistici e potenzialmente nocivi per i giovani con una nuova legge che rende illegale per gli inserzionisti e gli influencer condividere foto promozionali sui social media senza dichiarare che le immagini sono state modificate. La legge, introdotta come parte di un disegno di legge del Ministero norvegese per l’infanzia e la Famiglia, è stata approvata dal parlamento norvegese l’11 giugno, e vuole garantire che i post in cui viene ritoccato un corpo di una persona vegano chiaramente contrassegnati da un’apposita etichetta progettata dal governo.


In Norvegia una legge contro le foto ritoccate degli influencer

La nuova normativa riguarderà qualsiasi alterazione che influisca sull’aspetto delle dimensioni del corpo, della forma o della pelle, compreso anche l’uso di semplici filtri di Instagram. «Si spera che la misura dia un contributo utile e significativo per arginare l’impatto negativo che tale pubblicità ha in particolare sui bambini e sui giovani», auspica il ministro della Famiglia norvegese Kjell Ingolf Ropstad, ricordando che gli standard di bellezza diffusi dalla pubblicità contribuiscono alla bassa autostima tra i più giovani. Nel Paese il dibattito sulla cosiddetta kroppspress, espressione che letteralmente significa ‘pressione riguardo al corpo’ è acceso da tempo. Influencer e inserzionisti che violeranno la legge, che entrerà in vigore quando sarà firmata dal re Harald V., verranno multati.


Foto di copertina: Instagram | L’influencer norvegese Janka Polliani, favorevole alla legge sulla segnalazione delle foto ritoccate

Leggi anche: